Mutuo vitalizio per over 65

20 Apr 2012

Mutuo VitalizioSe in Inghilterra e in altri territori del nord Europa il mutuo vitalizio, ovvero l'equity release, è una pratica molto conosciuta e utilizzata dagli over 65 per integrare la pensione o semplicemente avere una maggiore liquidità per l'acquisto di una seconda casa per sé o per i propri cari, in Italia il mutuo vitalizio non è molto conosciuto e sono in pochi a farne richiesta alle banche. Un prestito di questa tipologia può essere richiesto solamente da chi possiede una casa di proprietà, senza ipoteche o altri vincoli proprietari.

Istituito fin dal 2006, per portare avanti un mutuo vitalizio deve essere aperta dal richiedente un'ipoteca sulla casa di proprietà (proprio per questo motivo è concesso soltanto ai proprietari di immobili).

Ulteriori vincoli

L'immobile che gli over 65 intendono ipotecare per la concessione del prestito deve avere un valore uguale o superiore ai 75 mila euro, e il prestito concesso va da un minimo del 20% del valore dell'immobile fino a un massimo del 50% (a seconda dell'età del richiedente mutuo, più è elevata, più è alta la percentuale), per un minimo di 35 mila euro e un massimale di 750 mila euro.

Ulteriori vincoli sono disposti dalla legge (n.248/2005) che impone che l'immobile ipotecato sia ubicato in un comune di almeno 20 mila abitanti, in caso contrario il mutuo vitalizio non può essere concesso neppure se l'immobile raggiunga il valore imposto dalla legge. Alla stipula del contratto, la legge impone che siano presenti i figli del richiedente o comunque i legittimi eredi.

Grazie al mutuo vitalizio, il mutuatario potrà avere una fonte di liquidità immediata, che può essere utilizzata per molteplici necessità o come integrazione della pensione.