Mutuo per single

4 Maggio 2012

Mutui per single e per coppieUltimamente, è in continuo aumento la richiesta di mutui da parte di persone che hanno situazioni familiari in cui un solo componente ha uno stipendio regolare, o anche da parte di persone che abitano sole e dunque richiedono il mutuo per l'acquisto di una casa da soli. In questi casi la banca o l'istituto di credito che concede il mutuo effettua una verifica su più fronti (stipendio, tendenza al risparmio, età e stile di vita...) e più approfondita da quella che compie nei casi di famiglie con più redditi, e anche le clausole sulla rata sono più stringenti.

Infatti, se a richiede il mutuo è un soggetto monoreddito, la banca richiede non solo la tipologia di contratto di lavoro, ma anche la data in cui il cliente ha cominciato a lavorare con quel contratto, e il mutuo viene concesso soltanto nel caso in cui il contratto sia stato firmato da più di due anni dalla richiesta di mutuo.

Relazione rata/reddito

Anche la percentuale che il cliente può versare periodicamente con la rata del mutuo è differente nel caso di monoreddito, infatti viene calcolata sul netto dello stipendio e non può superare il 25% di quest'ultimo, mentre per i contratti a famiglie con più redditi questa percentuale può essere aumentata su richiesta dei richiedenti.

Ulteriori controlli vengono fatti sui richiedenti mutuo di giovane età, per i quali viene analizzata anche l'attitudine al risparmio. La prassi per la richiesta del mutuo da parte di single e monoreddito è più lunga ma le pratiche aperte non mostrano differenze sostanziali, le banche devono però premunirsi contro i rischi di insolvenza o l'eventuale incapacità a pagare per periodi più o meno lunghi.