Incentivi per le aziende che assumono

16 Feb 2012

Lavoro giovani finanziamentiIl punto saliente dei finanziamenti per le imprese che assumono riguarda i contratti di apprendistato. Il Governo Monti è infatti conscio del fatto che la disoccupazione, in particolare quella giovanile, sia una grande piaga per il nostro Paese. L'accesso al mondo del lavoro per i giovani senza esperienza lavorativa è infatti sempre più difficile, proprio per questo motivo la nuova riforma del lavoro intende favorire con finanziamenti e aiuti le aziende che attivano al loro interno dei contratti di apprendistato per i giovani lavoratori.

I finanziamenti sono disponibili per i datori di lavoro che assumono ragazzi fra i 15 e i 29 anni con contratti di apprendistato. Sessanta milioni di euro che il Governo intende investire, distribuendo finanziamenti fino a 5500 euro per l'azienda che assume giovani per la qualifica professionale, e 4700 euro se invece si assumono giovani con contratto professionalizzante.

Chi può richiedere i finanziamenti?

Potranno richiedere i finanziamenti per l'attivazione di contratti di apprendistato tutte le imprese sul territorio nazionale che siano iscritte alla Camera di Commercio. La riforma prevede infatti in uno dei cinque capitoli fondamentali la sezione relativa al Programma AMVA (anagramma che si riferisce all' Apprendistato e Mestieri a Vocazione Artigianale).

Un modello lavorativo che permette ai giovani di crescere professionalmente e apprendere un mestiere specifico, un modo per preservare non solo i posti di lavoro ma anche la vocazione artigiana dell'Italia. Si potranno richiedere i finanziamenti fino al 31 dicembre del 2012, iscrivendosi al portale dei Servizi al Lavoro all'indirizzo www.servizilavoro.it e compilando il form online.