Fotovoltaico: nuovi incentivi

2 Feb 2011

Incentivi statali fotovoltaico 2011.Nonostante l'importo degli incentivi governativi sull'installazione di impianti ad energia solare si sia ridotto rispetto all'anno appena trascorso, il governo italiano mette comunque a disposizione degli incentivi che rimangono fra i più alti a livello europeo. Questo non toglie che l'Italia sia una delle nazioni dell'Unione Europea in cui gli investimenti e le installazioni di impianti fotovoltaici siano in ritardo rispetto al trend degli altri paesi europei, in primis Germania e Francia.

Chi ha già cominciato l'installazione del suo impianto fotovoltaico nel 2010, ma non ha ancora terminato il progetto, potrà usufruire degli importi offerti dal governo nell'anno appena trascorso, mentre chi comincia l'installazione nel 2011 dovrà richiedere la nuova tipologia di incentivi, che distinguono in maniera più specifica la destinazione d'uso dell'impianto (privato, aziendale, serre, etc...).

Incentivi e potenza kW

Gli incentivi dello stato per l'anno 2011 distinguono gli impianti in diverse categorie a seconda della potenza Kw impiegata: ci sono innanzitutto gli impianti solari fotovoltaici con potenza nominale non inferiore a 1 kW; si applicano incentivi anche per gli impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative e con potenza nominale compresa tra 1 kW e 5 MW; e infine per gli impianti a concentrazione con potenza nominale compresa tra 1 kW e 5 MW. Non si applicano invece incentivi per impianti rimodernati.

Incentivi e messa in opera

Gli incentivi messi a disposizione dal governo attraverso il decreto attuativo identificato come D. Min. Sviluppo Economico 06/08/2010 saranno decurtati del 6% all'anno se l'impianto fotovoltaico per il quale si richiede l'incentivo viene messo in funzione dopo il 2012, questo per favorire la messa in funzione di impianti ad energia rinnovabile e pulita in tempi rapidi.