La BCE finanzia le Banche Italiane

9 Gen 2012

finanziamento BCE banche italianeNella casse delle Banche Italiane sono arrivati 116 miliardi di euro, i nostri principali istituti di credito hanno infatti aderito all'offerta di finanziamento della BCE che nell'ultimo mese del 2011 ha erogato in totale 489 miliardi di euro a tutte le banche dell'Europa, di cui 116 milioni di euro solo in Italia, che in questo modo ha ottenuto il 23% del finanziamenti totali della BCE che prevedono dei finanziamenti illimitati per i prossimi tre anni. Le banche italiane hanno approfittato della disponibilità di liquidità e dei tassi d'interesse molto bassi offerti dalla BCE per ripristinare una situazione di equilibrio nei mercati finanziari e in particolare nel mondo bancario.

Ovviamente questi finanziamenti hanno un prezzo, ovvero la promessa che la maggior parte del finanziamento venga utilizzato per l'acquisto di obbligazioni, siano esse governative, bancarie o aziendali. Grazie al nuovo decreto Monti le Banche Italiane hanno potuto emettere in autonomia nuove obbligazioni, garantite dallo Stato, in questo modo hanno potuto ottenere un'ampia percentuale del finanziamento totale della Banca Centrale Europea.

Titoli in scadenza

Grazie a questi finanziamenti erogati dalla BCE gli istituti di credito italiani riusciranno nell'anno appena cominciato a pagare ben 88 miliardi di titoli e obbligazioni in scadenza, che sarebbe stato difficile rimborsare in una situazione precaria e di sfiducia diffusa degli investitori verso le banche stesse.

Una politica bancaria coordinata non è ancora stata decisa, quindi è piuttosto difficile prevedere come verrà utilizzato il fondo nel futuro prossimo, se verranno acquistate nuove obbligazioni, magari statali, oppure le banche adotteranno diverse strategie finanziarie.