Il debito di Italia e Spagna mette a rischio l'Eurozona

4 Giu 2012

Debito Spagna ed ItaliaLa situazione è critica e “l'Eurozona corre il rischio di sgretolarsi”, a pronunciare queste parole è Olli Rehn, il cui giudizio è certamente autorevole dal momento che si parla del Commissario per gli Affari Economici e Monetari in Europa. Secondo l'esperto, l'Italia e la Spagna stanno affrontando una situazione in cui lo spiraglio di salvezza è incerto.

Lo spread dei due Paesi infatti non accenna a diminuire, gli ultimi dati disponibili rilevano un differenziale fra i titoli di stato tedeschi e italiani pari a 470 punti, mentre la Spagna arriva a 536 punti percentuali di forbice.

Questo provoca ovviamente un trend negativo per le banche dei due paesi, gli investitori infatti non sono stimolati a investire i loro capitali in Paesi con un rischio di default così alto, e i Credit Default Swap stanno diminuendo a vista d'occhio.

Cosa sono i Credit Default Swap

I credit default swap, o più semplicemente CDS, sono dei contratti specifici con cui degli investitori si impegnano a coprire i rischi di un soggetto, che acquista in questo modo una copertura economica. In questo periodo, i cds in Italia costano 575 punti, quelli spagnoli 406, rispetto al paese considerato più sicuro nell'EuroZona, la Germania.

Tuttavia, nessun paese è al sicuro da un eventuale fallimento di due paesi importanti come l'Italia e la Spagna, e anche il presidente USA Barack Obama si dice profondamente preoccupato dalla discesa libera dell'euro nell'ultimo periodo.

Il Fondo Monetario Europeo ha iniziato già da qualche mese a lavorare per risanare la situazione spagnola, e potrebbe presto arrivare anche in Italia, nonostante le smentite dalle alte sfere della politica nazionale.